SUSTAINABILITY MANAGER

Quello del sustainability manager è un ruolo che va assumendo sempre più centralità anche in Italia. Scopriamo chi è, cosa fa, quanto guadagna.

“Tra il 2023 e il 2027 sarà richiesto dalle imprese e dalla PA il possesso di competenze green con importanza almeno intermedia a poco meno di 2,4 milioni di lavoratori (il 65% del fabbisogno del quinquennio) e con importanza elevata ad oltre 1,5 milioni di unità (oltre il 41% del totale)”

Sommario

Cosa fa, Job description, Stipendio, Skills, Corso, Certificazione, Master

Environmental manager, Environmental engineering manager, Green energy manager, Green IT manager, Sustainability event manager, Sustainability marketing manager, Sustainability operations management

Sustainability manager fashion
Sustainability manager hotel

sustainability manager: overview

Sustainability manager: cosa fa

Quello del sustainability manager (o responsabile della sostenibilità) sta diventando un ruolo chiave nel quadro occupazionale italiano e internazionale.
Ma chi è il sustainability manager e cosa fa?
Il sustainability manager è responsabile di integrare pratiche sostenibili all’interno di un’organizzazione e di guidare l’adozione di politiche e azioni che favoriscono l’equilibrio tra l’ambiente, l’aspetto sociale ed economico. Le sue attività principali includono:

Sviluppo di strategie di sostenibilità

Il responsabile della sostenibilità sviluppa e implementa strategie e piani d’azione per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità dell’organizzazione. Ciò può includere la definizione di obiettivi specifici, la pianificazione delle attività e l’identificazione delle risorse necessarie.

Monitoraggio delle prestazioni

Il responsabile della sostenibilità raccoglie dati e monitora le prestazioni della sua organizzazione in relazione agli obiettivi di sostenibilità: monitoraggio dei consumi energetici, di emissioni di gas serra, della gestione dei rifiuti e altri indicatori. Ciò consente di valutare i progressi e identificare eventuali aree di miglioramento.

Valutazione e gestione dei rischi

Il responsabile della sostenibilità valuta gli impatti ambientali, sociali ed economici delle attività dell’organizzazione e identifica i rischi associati. Questo può includere la valutazione dell’impatto delle attività sul cambiamento climatico, la gestione delle risorse idriche e la valutazione delle pratiche di fornitura e catena di distribuzione.

Comunicazione e coinvolgimento stakeholder

Il sustainability manager comunica gli obiettivi, i progressi e i risultati in materia di sostenibilità sia internamente alla sua organizzazione che verso gli stakeholder esterni. Ciò può includere la preparazione di report di sostenibilità, la partecipazione a incontri e conferenze, la gestione delle relazioni con le parti interessate e l’interazione con la comunità locale.

Collaborazione con le altre funzioni aziendali

Lavora a stretto contatto con le diverse funzioni aziendali, come la produzione, l’approvvigionamento, le risorse umane e il marketing, per integrare la sostenibilità nelle attività quotidiane dell’organizzazione. Collabora con i dipartimenti interessati per sviluppare politiche e pratiche sostenibili e promuovere il coinvolgimento di tutti i livelli dell’organizzazione.

Ricerca e innovazione

il responsabile della sostenibilità rimane aggiornato sulle ultime tendenze, tecnologie e innovazioni nel campo della sostenibilità. Cerca nuove soluzioni, pratiche e approcci che possano contribuire a migliorare le prestazioni sostenibili dell’organizzazione.
Conformità alla normativa
il responsabile della sostenibilità si assicura che l’organizzazione rispetti le normative e i regolamenti ambientali e sociali applicabili.

Sustainability manager: job description

La descrizione del lavoro di un responsabile della sostenibilità può variare a seconda dell’organizzazione e del settore. Tuttavia, ecco una panoramica generale delle responsabilità e dei compiti tipicamente associati a questo ruolo:

PROMO CORSI 3X2

L’Academy Sostenabitaly ti accompagna con un percorso completo e di taglio pratico.
3 dei nostri corsi sono appositamente progettati per fornirti un framework di riferimento per la tua professione di sustainability manager. Avrai l’opportunità di apprendere le migliori strategie aziendali per la sostenibilità, acquisire competenze avanzate su come gestire le risorse in modo sostenibile e imparare come promuovere il welfare aziendale in maniera efficace.
Se acquisti tutti e 3 i corsi potrai usufruire dell’esclusiva offerta di tre corsi al prezzo di due, massimizzando il tuo apprendimento a un costo vantaggioso.
Approfitta di questa eccezionale offerta 3×2!
UTILIZZA CODICE “PROMO-SM”

ACQUISTA ORA

Sviluppo ed implementazione di strategie di sostenibilità

I responsabili della sostenibilità sono responsabili della creazione ed esecuzione di strategie volte a promuovere la sostenibilità ambientale, sociale ed economica all’interno dell’organizzazione. Identificano aree di miglioramento, stabiliscono obiettivi e sviluppano piani d’azione per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità.

Valutazioni e audit di sostenibilità

Essi valutano le pratiche e i processi attuali dell’organizzazione per identificare aree in cui possono essere implementate o potenziate pratiche sostenibili. Ciò può includere la valutazione dell’utilizzo dell’energia, la gestione dei rifiuti, le operazioni della catena di fornitura e l’impatto ambientale complessivo.

Monitoraggio e reporting

I responsabili della sostenibilità tengono traccia e misurano le prestazioni in termini di sostenibilità dell’organizzazione. Raccolgono dati, analizzano le metriche e preparano report per misurare i progressi verso gli obiettivi di sostenibilità. Possono anche comunicare queste informazioni agli stakeholder, inclusa la dirigenza, i dipendenti e i partner esterni.

Coinvolgimento degli stakeholder

I responsabili della sostenibilità collaborano con gli stakeholder interni ed esterni per promuovere le iniziative di sostenibilità. Ciò include il lavoro con team interfunzionali, il coinvolgimento dei dipendenti, la creazione di relazioni con i fornitori e il contatto con organizzazioni della comunità o agenzie governative.

Conformità e aderenza normativa

Si mantengono aggiornati sulle normative ambientali, gli standard del settore e le migliori pratiche legate alla sostenibilità. Assicurano che le attività dell’organizzazione siano conformi alle leggi e ai regolamenti pertinenti e lavorano per ottenere certificazioni o soddisfare i requisiti di reporting sulla sostenibilità.

Formazione e sensibilizzazione dei dipendenti

Il sustainability manager sviluppa e fornisce programmi di formazione per aumentare la consapevolezza sulle pratiche sostenibili tra i dipendenti. Puòanche facilitare workshop, presentazioni o altre iniziative educative per promuovere una cultura della sostenibilità all’interno dell’organizzazione.

Innovazione e ricerca

Si mantengono informati sulle tendenze emergenti, le tecnologie e le strategie nella sostenibilità. Esplorano soluzioni innovative e individuano opportunità di miglioramento per guidare l’organizzazione verso una maggiore sostenibilità.

Collaborazione e partnership

I responsabili della sostenibilità possono collaborare con organizzazioni esterne.

Sustainability manager: stipendio

Il salario di un responsabile della sostenibilità può variare in base a diversi fattori, come l’esperienza, la posizione geografica, la dimensione e l’industria, nonché il livello di responsabilità e l’importanza attribuita al ruolo all’interno dell’organizzazione.
In generale, i manager della sostenibilità tendono ad avere salari competitivi, in quanto, come evidenziato, si tratta di un campo in crescita e sempre più rilevante per molte aziende.
Il salario annuale di un responsabile della sostenibilità può variare da circa 30.000 Eur a oltre 55.000 o più. Questa ampia gamma di stipendi riflette le differenze sopracitate.
Inoltre, è possibile che le aziende offrano ulteriori benefici come bonus legati alle prestazioni, incentivi per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità, pacchetti di compensi e benefici aggiuntivi.

Sustainability manager: skills

Per avere successo nel ruolo un sustainability manager (responsabile della sostenibilità) sono richieste una combinazione di competenze tecniche e trasversali. Ecco alcune delle competenze chiave richieste per un sustainability manager che non possono mancare nel suo CV:

Conoscenza della sostenibilità

Un sustainability manager deve avere una solida comprensione dei principi e delle pratiche di sostenibilità, compresi i concetti di triple bottom line (economia, ambiente e società), gestione delle risorse naturali, efficienza energetica, gestione dei rifiuti, riduzione dell’impatto ambientale e responsabilità sociale delle imprese.

Competenze tecniche

È importante avere conoscenze specifiche nelle aree di competenza rilevanti per la sostenibilità, come l’analisi del ciclo di vita, la gestione dell’energia, la gestione delle emissioni di carbonio, la gestione dell’acqua, il design sostenibile e le certificazioni di sostenibilità.

Capacità di leadership

Un sustainability manager deve essere in grado di guidare e influenzare gli altri, motivando e coinvolgendo il personale e gli stakeholder nella promozione e nell’implementazione delle iniziative di sostenibilità. La capacità di comunicare in modo efficace e di gestire relazioni interne ed esterne è essenziale per il successo nel ruolo.

Capacità analitiche

Un sustainability manager deve essere in grado di raccogliere, analizzare e interpretare dati e informazioni pertinenti alla sostenibilità aziendale. Questo può includere l’elaborazione di indicatori di performance, la valutazione dell’impatto ambientale e sociale, e l’identificazione di opportunità di miglioramento.

Capacità di gestione progetti

Un sustainability manager spesso gestisce progetti di sostenibilità che richiedono pianificazione, organizzazione e monitoraggio. Capacità di gestione del tempo, delle risorse e delle attività sono fondamentali per portare a termine i progetti nel rispetto dei tempi e dei budget.

Adattabilità e apprendimento continuo

Date le mutevoli sfide e le nuove tendenze nel campo della sostenibilità, un sustainability manager deve essere disposto ad adattarsi e ad apprendere continuamente. Ciò richiede apertura al cambiamento, curiosità e la volontà di mantenere aggiornate le conoscenze sulle migliori pratiche e le nuove tecnologie sostenibili.

Rimani aggiornato
tutto l’anno!

La Sostenabitaly Academy ti offre corsi sviluppati da esperti del settore, con conoscenze approfondite e le migliori pratiche in materia di sostenibilità. Sia che tu sia alle prime armi o desideri ampliare le tue competenze esistenti, troverai corsi adatti alle tue esigenze.
Con l’abbonamento alla Sostenabitaly Academy, avrai accesso a una serie di vantaggi esclusivi. Partecipa a webinar interattivi, sessioni di networking con professionisti del settore e ricevi una consulenza ed un supporto personalizzati. Accedi a corsi e materiali didattici aggiornati regolarmente per rimanere al passo con gli ultimi sviluppi nel campo della sostenibilità.
aziende sostenibili in Italia

Sustainability manager: corso

Se sei interessato a diventare un responsabile della sostenibilità o a sviluppare competenze nel campo della sostenibilità, ci sono diversi corsi e programmi di formazione disponibili. Ecco alcune opzioni che potresti considerare:

Ottieni uno sconto di

79

acquistando 3 corsi al prezzo di 2
Utilizza codice PROMO-SM

Corsi online

Ci sono numerosi corsi online gratuiti o a pagamento che offrono una panoramica della sostenibilità. La nostra Academy propone una gamma di corsi in continuo aggiornamento, per seguire il dinamico mondo della sostenibilità affrontando tematiche attuali e rilevanti, un approccio pratico e docenti che hanno esperienza non solo accademica ma anche in azienda, affrontando le sfide quotidiane di chi vuole portare la sostenibilità sul luogo di lavoro.

Master o laurea

Se desideri approfondire le tue conoscenze e ottenere una qualifica accademica nel campo della sostenibilità, potresti considerare la possibilità di iscriverti a un master o a un programma di laurea in sostenibilità. Questi programmi sono offerti da diverse università in tutto il mondo e spesso includono corsi su temi come la gestione ambientale, la responsabilità sociale delle imprese e l’economia circolare.

Certificazioni

Esistono anche diverse certificazioni professionali riconosciute nel campo della sostenibilità che possono aumentare le tue credenziali e migliorare le tue opportunità di carriera. Alcuni esempi includono la certificazione LEED per la progettazione sostenibile degli edifici, la certificazione GRI per la rendicontazione della sostenibilità e la certificazione CSR-P.

Workshop e conferenze

Partecipare a workshop, seminari e conferenze sulla sostenibilità è un’ottima opportunità per imparare dagli esperti del settore, condividere conoscenze e fare networking con professionisti della sostenibilità. Cerca eventi locali o internazionali che si concentrano su argomenti specifici di tuo interesse.

Un percorso, tanti vantaggi

Scopri il percorso di formazione online proposto dalla nostra Academy e studiato appositamente per fornire a sustainability manager, responsabili risorse umane e altre figure professionali che ricoprono ruoli legati alla sostenibilità un framework di riferimento per la propria operatività quotidiana.
Se acquisti tutti e 3 i corsi potrai usufruire di un vantaggiosissimo 3×2!

79
  • 8 lezioni

  • 1 ora di video

  • Quiz di fine corso

  • Attestato di partecipazione

79
  • 7 lezioni

  • 1 ora e 40 minuti di video

  • Quiz di fine corso

  • Attestato di partecipazione

79
  • 13 lezioni

  • 3 ore di video

  • Quiz di fine corso

  • Attestato di partecipazione

Approfitta dell’offerta speciale!

Acquista 3 corsi, ne paghi 2

Approfondisci le tue conoscenze sulla sostenibilità con la nostra offerta esclusiva! Acquista tutti e tre i corsi e uno dei tre no lo paghi! Utilizza codice “PROMO-SM

Sustainability manager: certificazioni

Attualmente non esiste una specifica certificazione globale per i sustainability manager. Tuttavia, ci sono diverse organizzazioni e programmi che offrono certificazioni o corsi di formazione nel campo della sostenibilità e della gestione ambientale. Queste certificazioni possono fornire una solida base di conoscenze e competenze per coloro che desiderano intraprendere una carriera come sustainability manager. Alcune delle certificazioni riconosciute a livello internazionale includono:

forme societarie per società benefit

Sustainability manager: master

Ci sono diversi programmi di master che possono fornire una solida formazione per diventare un responsabile della sostenibilità o per sviluppare competenze nel campo della sostenibilità. Ecco alcuni esempi di master che potresti considerare:

Master in sostenibilità aziendale

Questi programmi si concentrano sull’analisi degli impatti ambientali delle attività umane e sulla progettazione di strategie per promuovere la sostenibilità ambientale. I corsi possono coprire argomenti come gestione delle risorse naturali, energie rinnovabili, gestione dei rifiuti, cambiamenti climatici e valutazione dell’impatto ambientale.

Master in responsabilità sociale d’impresa (CSR)

Questi programmi si concentrano sulla promozione di pratiche commerciali etiche e responsabili socialmente. Includono corsi su temi come etica aziendale, diritti umani, inclusione sociale, rapporti con le comunità, coinvolgimento degli stakeholder e rendicontazione della responsabilità sociale d’impresa.

Master in gestione della sostenibilità

Questi programmi si concentrano sulle competenze di gestione necessarie per guidare l’integrazione della sostenibilità all’interno delle organizzazioni. Coprono argomenti come strategia aziendale sostenibile, valutazione dei rischi e delle opportunità, rendicontazione della sostenibilità, gestione delle catene di fornitura sostenibili e coinvolgimento degli stakeholder.

Master in economia circolare

Questi programmi si concentrano sull’adozione di modelli economici che mirano a ridurre l’uso delle risorse e a promuovere il riutilizzo, il riciclo e il ripristino dei materiali. I corsi possono includere argomenti come progettazione dei prodotti sostenibili, gestione dei rifiuti, economia delle risorse e modelli di business circolari.

Master in gestione dell’impatto sociale

Questi programmi si concentrano sull’applicazione di principi di sostenibilità e responsabilità sociale d’impresa per creare un impatto positivo sulla società. Coprono argomenti come valutazione dell’impatto sociale, investimenti socialmente responsabili, innovazione sociale e sviluppo sostenibile delle comunità.

ruoli sostenibilità aziendale

I ruoli della sostenibilità in azienda

confronto organizzazioni benefiche
Environmental manager

Un environmental manager si concentra sulla gestione e l’implementazione di pratiche ambientali all’interno di un’organizzazione. Il suo ruolo principale è quello di sviluppare e implementare politiche, programmi e strategie per minimizzare l’impatto ambientale dell’organizzazione e garantire la conformità alle normative ambientali.
Gli environmental manager lavorano per ridurre l’inquinamento, gestire i rifiuti, conservare le risorse naturali e promuovere la sostenibilità aziendale.
Questo ruolo richiede una buona comprensione delle normative ambientali, delle migliori pratiche di gestione ambientale e delle strategie di sostenibilità.
Le responsabilità specifiche dell’Environmental Manager possono variare a seconda dell’organizzazione in cui operano, ma di solito includono:
Monitoraggio e valutazione delle normative ambientali: l’Environmental Manager tiene aggiornata l’organizzazione sulle normative ambientali esistenti e future, garantendo che le attività aziendali siano conformi a tali regolamenti.
Sviluppo e attuazione di politiche ambientali: l’Environmental Manager lavora per sviluppare politiche e procedure che promuovano la sostenibilità ambientale all’interno dell’organizzazione. Questo può includere l’implementazione di programmi di gestione dei rifiuti, politiche di risparmio energetico, riduzione delle emissioni di gas serra e altre iniziative volte a minimizzare l’impatto ambientale.
Gestione delle questioni ambientali: l’Environmental Manager affronta le questioni ambientali che possono sorgere durante le operazioni aziendali. Questo può comportare la gestione delle emergenze ambientali, la supervisione dei progetti di bonifica e il coordinamento con le autorità ambientali competenti.
Sensibilizzazione e formazione: l’Environmental Manager svolge un ruolo chiave nella sensibilizzazione dei dipendenti e nella loro formazione riguardo alle questioni ambientali. Questo può includere la conduzione di programmi di formazione, workshop o campagne di sensibilizzazione per promuovere una maggiore consapevolezza ambientale all’interno dell’organizzazione.
In sintesi, l’Environmental Manager è responsabile di garantire che un’organizzazione operi in modo sostenibile dal punto di vista ambientale, riducendo l’impatto negativo sull’ambiente e lavorando per la conservazione delle risorse naturali.

Environmental engineering manager

Un environmental engineering manager si concentra specificamente sull’aspetto tecnico dell’ingegneria ambientale. Questo ruolo richiede una formazione ingegneristica specifica e una conoscenza approfondita delle scienze ambientali. Gli environmental engineering manager sono responsabili della progettazione, dello sviluppo e dell’implementazione di soluzioni ingegneristiche per risolvere problemi ambientali complessi. Possono essere coinvolti nella gestione dei rifiuti, nella bonifica dei terreni contaminati, nella gestione delle risorse idriche, nel controllo delle emissioni atmosferiche e in altri aspetti tecnici dell’ingegneria ambientale.
Un environmental engineering manager (responsabile dell’ingegneria ambientale) è un professionista responsabile della supervisione e della gestione di progetti e iniziative di ingegneria ambientale all’interno di un’organizzazione. Il loro ruolo principale è garantire il rispetto delle normative ambientali e promuovere pratiche sostenibili. Ecco alcune responsabilità e compiti chiave di un responsabile dell’ingegneria ambientale:
Gestione dei progetti: i responsabili dell’ingegneria ambientale supervisionano e gestiscono progetti ambientali dall’ideazione al completamento. Ciò include pianificazione, budgeting, pianificazione delle tempistiche e coordinamento di varie attività per raggiungere gli obiettivi del progetto.
Conformità normativa: garantiscono che l’organizzazione rispetti le leggi, i regolamenti e le autorizzazioni ambientali. Ciò comporta essere aggiornati sulle normative ambientali, ottenere le autorizzazioni necessarie e implementare misure per soddisfare i requisiti di conformità.
Valutazioni dell’impatto ambientale: i responsabili dell’ingegneria ambientale conducono valutazioni dell’impatto ambientale per valutare gli effetti delle attività dell’organizzazione sull’ambiente. Questo può includere valutazioni delle emissioni in atmosfera, gestione dei rifiuti, consumo di acqua ed energia e altri aspetti ambientali rilevanti. Sulla base delle valutazioni, sviluppano e implementano piani per mitigare gli impatti negativi e promuovere l’uso sostenibile delle risorse.
Gestione dei rischi ambientali: identificano e valutano i rischi ambientali associati alle attività dell’organizzazione. Sviluppano piani di gestione dei rischi per prevenire o ridurre gli impatti negativi sull’ambiente. Questo può includere la gestione di situazioni di emergenza ambientale e la messa in atto di misure di prevenzione e controllo.
Monitoraggio e reporting: monitorano le prestazioni ambientali dell’organizzazione attraverso la raccolta di dati, l’analisi delle metriche e la preparazione di report. Questo include il monitoraggio dei consumi energetici, delle emissioni di gas serra, della gestione dei rifiuti, della qualità dell’acqua e di altri indicatori ambientali. I report vengono utilizzati per valutare i progressi verso gli obiettivi ambientali e comunicare le prestazioni ambientali ai vari stakeholder.
Valutazione e implementazione di tecnologie e pratiche sostenibili: i responsabili dell’ingegneria ambientale valutano e implementano tecnologie, processi e pratiche sostenibili per migliorare le prestazioni ambientali dell’organizzazione. Questo può includere l’adozione di tecnologie a basso impatto ambientale, l’ottimizzazione dei processi produttivi per ridurre gli sprechi e l’implementazione di programmi di conservazione delle risorse.
Coinvolgimento degli stakeholder: collaborano con gli stakeholder interni ed esterni, inclusi dipendenti, fornitori, autorità locali e comunità, per promuovere la sostenibilità e ottenere un coinvolgimento attivo nella gestione ambientale. Ciò può includere la partecipazione a comitati o gruppi di lavoro, la promozione di iniziative di sensibilizzazione e la gestione delle relazioni con gli stakeholder.
Queste sono solo alcune delle responsabilità di un responsabile dell’ingegneria ambientale. Il loro ruolo può variare a seconda dell’organizzazione e del settore in cui operano.

Green energy manager

Un responsabile dell’energia verde (green energy manager) è un professionista che si occupa della gestione e dell’implementazione di soluzioni energetiche sostenibili all’interno di un’organizzazione. Il loro obiettivo principale è promuovere l’uso di fonti energetiche rinnovabili e ridurre l’impatto ambientale legato alla produzione e al consumo di energia. Ecco alcune delle responsabilità e dei compiti tipici di un responsabile dell’energia verde:
Sviluppo di strategie e piani energetici sostenibili: il responsabile dell’energia verde è responsabile della definizione e dell’implementazione di strategie per ridurre l’uso di energia non rinnovabile e promuovere l’adozione di fonti energetiche pulite. Ciò include la valutazione delle esigenze energetiche dell’organizzazione, l’identificazione di opportunità per l’uso di energia rinnovabile e l’elaborazione di piani di azione per raggiungere gli obiettivi di energia verde.
Valutazione e implementazione di tecnologie e progetti energetici sostenibili: il responsabile dell’energia verde valuta e implementa tecnologie e progetti che promuovono l’efficienza energetica e l’uso di fonti rinnovabili. Ciò può includere l’installazione di impianti solari fotovoltaici, l’utilizzo di sistemi di cogenerazione, l’implementazione di sistemi di gestione dell’energia e l’adozione di pratiche di efficienza energetica.
Monitoraggio delle prestazioni energetiche: il responsabile dell’energia verde monitora e analizza i consumi energetici dell’organizzazione per identificare opportunità di miglioramento. Utilizzando strumenti di monitoraggio e di gestione dell’energia, raccoglie dati, analizza le tendenze e identifica i fattori che influenzano l’efficienza energetica. Questo monitoraggio consente di valutare i progressi verso gli obiettivi energetici e di prendere provvedimenti correttivi, se necessario.
Gestione dei contratti energetici e delle forniture: il responsabile dell’energia verde negozia contratti di fornitura di energia rinnovabile con fornitori esterni e gestisce le relazioni con gli operatori di rete e i fornitori di energia. Si assicura che l’organizzazione riceva energia verde da fonti certificate e che le forniture soddisfino gli standard di sostenibilità.
Sensibilizzazione e formazione: il responsabile dell’energia verde svolge attività di sensibilizzazione e formazione per coinvolgere i dipendenti e gli stakeholder interni. Questo può includere la promozione di comportamenti energetici sostenibili, la diffusione di informazioni sulle opportunità e i benefici dell’energia verde e l’organizzazione di programmi di formazione sulle pratiche di efficienza energetica.
Monitoraggio delle tendenze e delle normative: il responsabile dell’energia verde rimane aggiornato sulle tendenze del settore energetico e sulle normative ambientali e energetiche. Monitora gli sviluppi tecnologici nel campo delle energie rinnovabili, le politiche governative e le iniziative di sostenibilità per identificare opportunità e adattare le strategie dell’organizzazione.
Questi compiti possono variare a seconda delle dimensioni e del settore dell’organizzazione, nonché delle priorità specifiche dell’azienda in termini di sostenibilità energetica.

Green IT manager

Un responsabile del Green IT (green IT manager) è un professionista che si occupa della gestione e dell’implementazione di soluzioni IT sostenibili all’interno di un’organizzazione. Il loro obiettivo principale è ridurre l’impatto ambientale delle operazioni IT e promuovere pratiche e tecnologie più sostenibili.
Ecco alcune delle responsabilità e dei compiti tipici di un responsabile del Green IT:
Valutazione e implementazione di tecnologie sostenibili: il responsabile del Green IT valuta e implementa soluzioni tecnologiche che riducono il consumo energetico, ottimizzano l’efficienza dei sistemi e promuovono pratiche sostenibili nell’ambito dell’IT. Ciò può includere l’adozione di server virtuali, l’implementazione di sistemi di gestione dell’energia, l’utilizzo di hardware e software a basso consumo energetico e l’ottimizzazione dei data center.
Gestione dell’efficienza energetica: il responsabile del Green IT si occupa di monitorare e ottimizzare il consumo energetico dei sistemi IT. Ciò include l’identificazione e la correzione delle inefficienze energetiche, l’utilizzo di strumenti di monitoraggio energetico e l’implementazione di politiche e procedure per promuovere un utilizzo più efficiente delle risorse.
Riciclaggio e smaltimento sostenibile: il responsabile del Green IT sviluppa e gestisce programmi di riciclaggio e smaltimento dei dispositivi elettronici in modo sostenibile. Si assicura che i vecchi dispositivi vengano smaltiti in modo sicuro e rispettoso dell’ambiente, promuovendo il riciclaggio e l’estensione della vita utile degli apparecchi informatici.
Sensibilizzazione e formazione: il responsabile del Green IT svolge attività di sensibilizzazione e formazione per promuovere pratiche sostenibili tra i dipendenti dell’organizzazione. Questo può includere la diffusione di informazioni sulle pratiche IT sostenibili, la promozione di comportamenti responsabili nell’utilizzo dei dispositivi e l’organizzazione di sessioni di formazione per aumentare la consapevolezza sulle questioni ambientali correlate all’IT.
Monitoraggio delle tendenze e delle normative: il responsabile del Green IT rimane aggiornato sulle ultime tendenze e normative in materia di sostenibilità e tecnologie verdi nel settore IT. Si tiene informato sulle migliori pratiche, sulle certificazioni e sulle iniziative governative volte a promuovere l’efficienza energetica e la sostenibilità nel campo dell’IT.
Collaborazione con i fornitori: il responsabile del Green IT collabora con i fornitori di servizi IT per valutare e selezionare partner che offrano soluzioni sostenibili. Collabora con i fornitori per integrare criteri ambientali nelle pratiche di acquisto e nell’approvvigionamento di apparecchiature e servizi IT.
L’obiettivo principale di un responsabile del Green IT è ridurre l’impronta ambientale dell’organizzazione, migliorare l’efficienza operativa e promuovere l’adozione di pratiche e tecnologie sostenibili nel settore IT.

Sustainability event manager

Un responsabile degli eventi sostenibili (sustainability event manager) è un professionista che si occupa della pianificazione, dell’organizzazione e della gestione di eventi che promuovono la sostenibilità ambientale, sociale ed economica. Il loro obiettivo principale è ridurre l’impatto ambientale degli eventi e promuovere pratiche sostenibili in tutti gli aspetti dell’organizzazione e dell’esecuzione degli eventi.
Ecco alcune delle responsabilità e dei compiti tipici di un responsabile degli eventi sostenibili:
Pianificazione strategica degli eventi: il responsabile degli eventi sostenibili sviluppa una strategia per gli eventi che integra principi di sostenibilità in tutti gli aspetti, inclusa la scelta della sede, la gestione dei rifiuti, il consumo di energia e acqua, il trasporto sostenibile e la selezione di fornitori responsabili.
Gestione dell’impatto ambientale: il responsabile degli eventi sostenibili lavora per ridurre l’impatto ambientale degli eventi, adottando misure come il riciclaggio e la riduzione dei rifiuti, l’uso di materiali e imballaggi sostenibili, l’ottimizzazione dell’uso delle risorse energetiche e idriche e la promozione del trasporto sostenibile per partecipanti e staff.
Selezione di fornitori responsabili: il responsabile degli eventi sostenibili si assicura di collaborare con fornitori che adottano pratiche sostenibili, come la scelta di servizi di ristorazione che utilizzano ingredienti locali e biologici, l’utilizzo di prodotti eco-friendly e l’ottimizzazione dell’efficienza energetica dei servizi tecnici.
Coinvolgimento degli stakeholder: il responsabile degli eventi sostenibili coinvolge e sensibilizza i partecipanti, gli sponsor, i fornitori e il personale sull’importanza della sostenibilità. Può organizzare attività di sensibilizzazione durante l’evento stesso e promuovere il coinvolgimento attivo dei partecipanti nel rispetto delle pratiche sostenibili.
Misurazione e valutazione delle prestazioni: il responsabile degli eventi sostenibili misura e valuta l’impatto ambientale e sociale degli eventi, utilizzando indicatori e strumenti di misurazione appropriati. Questo consente di monitorare i progressi, identificare aree di miglioramento e comunicare in modo trasparente i risultati raggiunti.
Collaborazione con partner e organizzazioni: il responsabile degli eventi sostenibili può collaborare con partner, organizzazioni o istituzioni che promuovono la sostenibilità, al fine di ottenere supporto, risorse o certificazioni riconosciute per gli eventi sostenibili.
Sensibilizzazione e comunicazione: il responsabile degli eventi sostenibili promuove l’importanza della sostenibilità attraverso la comunicazione interna ed esterna, utilizzando vari canali di comunicazione come i social media, il sito web dell’evento, i materiali informativi e le conferenze stampa.
L’obiettivo principale di un responsabile degli eventi sostenibili è creare eventi che siano al tempo stesso coinvolgenti e sostenibili, riducendo l’impatto ambientale e incoraggiando comportamenti e pratiche sostenibili tra i partecipanti e gli stakeholder coinvolti.

Sustainability marketing manager

Un responsabile del marketing sostenibile (sustainability marketing manager) è un professionista che si occupa di sviluppare e implementare strategie di marketing volte a promuovere prodotti o servizi sostenibili e a comunicare gli impegni di sostenibilità di un’azienda. Il suo obiettivo principale è creare consapevolezza e coinvolgimento tra i consumatori riguardo alle pratiche sostenibili dell’azienda e ai benefici dei prodotti o servizi sostenibili.
Ecco alcune delle responsabilità e dei compiti tipici di un responsabile del marketing sostenibile:
Sviluppo di strategie di marketing sostenibile: il responsabile del marketing sostenibile sviluppa strategie di marketing che integrano i principi di sostenibilità. Questo include l’identificazione del posizionamento sostenibile dell’azienda, la definizione dei messaggi chiave sulla sostenibilità e la creazione di piani di marketing mirati.
Comunicazione degli impegni di sostenibilità: il responsabile del marketing sostenibile comunica gli impegni di sostenibilità dell’azienda ai consumatori e ad altri stakeholder. Questo può avvenire attraverso campagne pubblicitarie, presenza sui social media, pubblicazioni sul sito web aziendale, comunicati stampa e altre iniziative di comunicazione.
Creazione di contenuti sostenibili: il responsabile del marketing sostenibile crea contenuti di marketing che evidenziano i benefici dei prodotti o servizi sostenibili dell’azienda. Ciò può includere la produzione di video, articoli, blog, post sui social media e altro materiale informativo che educano i consumatori sui temi della sostenibilità e promuovono l’adozione di comportamenti sostenibili.
Collaborazione con partner e influencer: il responsabile del marketing sostenibile collabora con partner commerciali, influencer e altre organizzazioni per amplificare il messaggio di sostenibilità dell’azienda. Questo può coinvolgere la creazione di collaborazioni strategiche, la partecipazione a eventi condivisi o la sponsorizzazione di iniziative di sostenibilità.
Monitoraggio delle tendenze e delle normative: il responsabile del marketing sostenibile rimane aggiornato sulle ultime tendenze e normative in materia di sostenibilità. Questo aiuta a identificare opportunità per allineare le strategie di marketing alle richieste dei consumatori e alle evoluzioni del contesto normativo.
Misurazione e valutazione dei risultati: il responsabile del marketing sostenibile misura e valuta l’efficacia delle strategie di marketing sostenibile attraverso indicatori di performance specifici. Ciò consente di monitorare i progressi, identificare aree di miglioramento e adattare le strategie di marketing per massimizzare l’impatto.
L’obiettivo principale di un responsabile del marketing sostenibile è integrare i valori della sostenibilità nella strategia di marketing dell’azienda, creando consapevolezza e generando valore per i consumatori attraverso prodotti o servizi sostenibili.

Sustainability operations management

Un responsabile delle operazioni sostenibili (sustainability operations manager) è responsabile di gestire e implementare pratiche e iniziative sostenibili all’interno di un’azienda o di un’organizzazione. Il suo ruolo principale è quello di integrare la sostenibilità in tutti gli aspetti delle operazioni aziendali, inclusi processi produttivi, gestione delle risorse, catena di approvvigionamento e riduzione dell’impatto ambientale complessivo.

Esempi di sustainability manager

calati in diversi settori merceologici

Vediamo come si può applicare il ruolo del sustainability manager in alcune realtà concrete:

Sustainability manager: fashion

Un responsabile della sostenibilità nel settore della moda (sustainability manager fashion) è un professionista che si occupa di sviluppare e implementare strategie sostenibili all’interno di un’azienda di moda.

Il suo obiettivo principale è integrare principi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica in tutte le fasi della catena di approvvigionamento e delle operazioni aziendali. Ecco alcune delle responsabilità e dei compiti tipici di un responsabile della sostenibilità nel settore della moda:

Sviluppo di strategie e politiche sostenibili: il responsabile della sostenibilità nel settore della moda sviluppa strategie e politiche aziendali che promuovono la sostenibilità. Ciò include la definizione di obiettivi specifici, come la riduzione delle emissioni di carbonio, l’uso di materiali sostenibili e la promozione di pratiche etiche e socialmente responsabili.

Gestione della catena di approvvigionamento sostenibile: il responsabile della sostenibilità lavora per identificare e collaborare con fornitori che rispettino i criteri di sostenibilità. Ciò include la valutazione e il monitoraggio delle pratiche dei fornitori in termini di uso delle risorse, condizioni di lavoro e gestione dei rifiuti.

Promozione di materiali sostenibili: il responsabile della sostenibilità promuove l’uso di materiali e tessuti sostenibili all’interno dei processi produttivi. Ciò può includere l’adozione di materiali riciclati, organici o a basso impatto ambientale, come il cotone biologico o le fibre ricavate da bottiglie di plastica riciclate.

Riduzione degli sprechi e gestione dei rifiuti: il responsabile della sostenibilità lavora per ridurre gli sprechi e promuovere pratiche di riciclo e riutilizzo all’interno dell’azienda di moda. Ciò può includere l’implementazione di programmi di riciclo, la riduzione dell’imballaggio e la gestione responsabile dei rifiuti prodotti durante il processo produttivo.

Valutazione dell’impatto ambientale: il responsabile della sostenibilità valuta l’impatto ambientale delle operazioni aziendali e sviluppa strategie per ridurlo. Ciò può includere l’analisi del ciclo di vita dei prodotti, la valutazione dell’impronta idrica e delle emissioni di carbonio e l’identificazione di opportunità per migliorare l’efficienza energetica e la gestione delle risorse.

Comunicazione e sensibilizzazione: il responsabile della sostenibilità comunica gli sforzi e i progressi dell’azienda in materia di sostenibilità ai consumatori, ai dipendenti e agli stakeholder esterni. Ciò può avvenire attraverso la creazione di report di sostenibilità, l’organizzazione di eventi di sensibilizzazione e la promozione di campagne di comunicazione che evidenziano i valori e gli obiettivi sostenibili dell’azienda.

Sustainability manager hotel

Un responsabile della sostenibilità in ambito alberghiero (sustainability manager hotel) è un professionista che si occupa di promuovere e implementare pratiche sostenibili all’interno di un hotel. Il loro obiettivo principale è ridurre l’impatto ambientale dell’hotel, promuovere la responsabilità sociale e aumentare l’efficienza delle risorse. Ecco alcune delle responsabilità e dei compiti tipici di un responsabile della sostenibilità in un hotel:

Sviluppo di strategie sostenibili: il responsabile della sostenibilità sviluppa e implementa strategie per ridurre l’impatto ambientale dell’hotel, come l’uso di energia rinnovabile, la gestione efficiente dell’acqua, la riduzione dei rifiuti e l’adozione di materiali e prodotti sostenibili.

Gestione delle risorse: il responsabile della sostenibilità monitora e gestisce l’uso delle risorse all’interno dell’hotel, promuovendo pratiche di risparmio energetico, riduzione dell’acqua e ottimizzazione della gestione dei rifiuti.

Coinvolgimento degli ospiti: il responsabile della sostenibilità educa gli ospiti sull’importanza della sostenibilità e promuove pratiche sostenibili durante il loro soggiorno. Ciò può includere l’informazione sugli sforzi dell’hotel per la sostenibilità, l’invito all’uso responsabile delle risorse e l’offerta di opzioni sostenibili come la scelta di asciugamani riutilizzabili o il riciclaggio dei rifiuti.

Collaborazione con fornitori: il responsabile della sostenibilità lavora con i fornitori per promuovere la sostenibilità nella catena di approvvigionamento dell’hotel. Ciò può includere la selezione di fornitori con pratiche sostenibili, come l’uso di prodotti biologici o a basso impatto ambientale, e la valutazione dell’impatto ambientale dei prodotti utilizzati dall’hotel.

Monitoraggio e reportistica: il responsabile della sostenibilità monitora e misura l’impatto delle iniziative di sostenibilità, raccogliendo dati e preparando report regolari sull’efficacia delle strategie adottate. Questo aiuta a identificare aree di miglioramento e a comunicare i progressi agli stakeholder interni ed esterni.

Conformità normativa: il responsabile della sostenibilità si assicura che l’hotel rispetti le norme e le regolamentazioni ambientali applicabili, nonché gli standard di certificazione di sostenibilità, come ad esempio quelli stabiliti da organizzazioni internazionali come LEED o Green Key.

L’obiettivo principale di un responsabile della sostenibilità in un hotel è quello di integrare la sostenibilità nelle operazioni alberghiere, promuovendo pratiche ecocompatibili, risparmio energetico e coinvolgimento degli ospiti per contribuire alla conservazione dell’ambiente.